Salta navigazione.
Home
sito repubblicano nella sinistra

Elezioni Presidenziali USA , la destra americana contro Obama

Il candidato Rick Perry , che l' America profonda della bible belt e dei tea parties considera troppo moderato e forse solo all' ultimo accetterà come candidato del partito repubblicano , oggi ha detto la sua sulla vicenda dei marines filmati mentre orinavano sui cadeveri di nemici talebani uccisi: pur considerando non commendovole la vicenda l' ha definita una ragazzata , ricordando che anche il generale Patton e il primo ministro Churchill orinarono rispettivamente nel Reno e sulla linea Sigfrido. Il fatto che non si trattasse di corpi umani deceduti evidentemente non ha sfiorato la fantasia della nuova speranza della destra USA. Ha considerato solo la funzione fisiologica . Come dicevano i latini "unicuique suum".

http://www.washingtonpost.com/blogs/election-2012/post/rick-perry-defends-marines-accused-of-urinating-on-afghan-corpses/2012/01/15/gIQALCZ60P_blog.html

 

per completezza segnaliamo una nota riportata in altra discussione sul fenomeno dei Tea Parties

http://www.novefebbraio.it/dibattiti/i-giovani-indignatos-nel-mondo-contro-la-divaricazione-sociale-qualche-considerazione-i-li#comment-469

 

Krugman e il rischio Romney

 

Il nobel dell' economia Paul Krugman in questi giorni ha pesantemente attaccato la politica proposta dal candidato Mitt Romney , dalle proposte di smantellamento della sanità, al mantra del taglio della spesa per tagliare le tasse

 

”Romney e Ryan propongono miliardi di dollari di tagli alle tasse per i piu’ ricchi: la descrizione letterale del piano e’ che vogliono esporre molti americani all’insicurezza finanziaria, e lasciarne morire alcuni, cosi’ che una manciata di ricchi possa avere un reddito dopo piu’ elevato dopo le imposte”.

La settimana scorsa Romney in una intervista al Columbus Dispatch ha affermato – scrive Krugman – che ”nessuno in America muore perchè non ha un’assicurazione sanitaria”, e in precedenza aveva detto, riferendosi ad una famigerata dichiarazione dell’ex-presidene George W. Bush, che i pronto soccorso degli ospedali forniscono assistenza medica a chi non è assicurato. ”Queste sono affermazioni stupefacenti – rileva Krugman – che dimostrano come Romney non ha idea di cosa siano la vita e la morte per chi è meno fortunato di lui”.

Krugman spiega che l’affermazione secondo cui chiunque può essere curato nei pronto soccorso è falsa. ”Certo, gli ospedali sono obbligati per legge ad assistere pazienti in gravi condizioni. Ma questa assistenza non è gratuita: al contrario chi ricorre ai pronto soccorso deve pagare conti incredibilmente salati”. ”Per questa ragione certa gente, spaventata dalla prospettiva delle spese da affrontare anche se gravemente malata, o non potendole pagare, non si reca nei pronto soccorso e a volte di conseguenza muore”.

http://www.blitzquotidiano.it/politica-mondiale/krugman-attacca-romney-su-questione-assistenza-sanitaria-1369074/?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+blitzquotidiano+%28Blitzquotidiano%29

 

I tagli delle tasse per i contribuenti piu' ricchi e la maggiore spesa riservata alla classe media non possono che avere come conseguenza principale una simultanea esplosione del deficit di bilancio e una recessione “double dip”. Quest’ultima si caratterizza soprattutto per la sua rappresentazione grafica a forma di W, con un iniziale picco negativo per l’economia, a cui seguono una ripresa e un nuovo crollo. Perche' tanto pessimismo?

I tagli fiscali, secondo la visione di Krugman, non aiutano di certo la crescita economica; un’altra proposta di Romney consiste nel ridurre la spesa governativa di un quinto, una misura che, come hanno confermato moltissimi analisti, e' in grado di rovinare la domanda di consumo. Krugman ha poi rincarato la dose, visto che il suo timore e' che una simile politica economica conduca gli Stati Uniti a una depressione vera e propria e a una situazione simile a quella della Grecia.

http://www.iljournal.it/2012/una-nuova-recessione-con-romney-presidente/401877

La destra USA alla ricerca dello stupro legittimo

L' agghiacciante gaffe di un senatore repubblicano Todd Akim ( da non confondere con Anakin il cattivo di guerre stellari ) molto vicino al candidato vicepresidente Ryan ( uno stupro legittimo normalmente non causa gravidanze)  ha scatenato molte polemiche . Riportiamo qui il commento del iljournal on line, ed anche il link con la notizia del washingtonpost che , riporta la presa di distanza a cui sono stati costretti Ronney e Ryan , ma si chiede anche a cosa possa contrapporsi un "legittimate rape"

 

 

Esiste uno stupro legittimo?

Di alessandra modica • 20 ago, 2012 • 

E' scandalo negli Usa: un senatore si schiera contro l'aborto dichiarando che esiste uno stupro legittimo, per la quale non si rimane incinte se non raramente.

 

 

Negli Stati Uniti si riapre il dibattito sull’aborto. Il senatore del Partito Repubblicano Todd Akim ha scatenato diverse polemiche nel mondo femminista e non dichiarando che “gli stupri legittimi, raramente portano alla gravidanza”.

Intervistato da una tv locale del Missouri, la KTVI-TV, Akin per spiegare perché è totalmente contrario all’aborto, ha detto “se lo stupro è legittimo alcuni medici mi hanno detto che raramente le donne rimangono incinte. Il corpo femminile in quei casi è come se chiudesse tutto. Ma anche ammettendo che qualcosa vada storto- ha continuato il senatore- e che la donna rimanga incinta, non dovrebbe essere il feto a pagarne le conseguenze, bensì il violentatore”.

Immediate le critiche sul web, in particolare su Twitter, dove si è diffuso l’hashtag #legitimaterape, sebbene Akin abbia immediatamente affermato di essere stato “frainteso”.

Claire McCaskil, senatrice democratica, ha scritto su Twitter “Come donna e come ex procuratore che ha gestito centinaia di casi di stupro, sono sbalordita da quanto dichiarato da Todd Akin”. E in un comunicato ha aggiunto che “è incomprensibile tanta ignoranza su questo tema. Lo stupro causa un trauma emotivo e fisico e le parole di Akin sono più che offensive nei confronti delle vittime”.

Offensive e false. Alcuni studi effettuati negli Usa, infatti, dimostrano che il 5% degli stupri portano a una gravidanza. Il che significa che ogni anno negli Stati Uniti 32 mila donne rimangono incinte dopo aver subito violenza sessuale.

I commenti di Akin seguono a quelli sulla pillola del giorno dopo, che per il senatore è “una specie di aborto. Come membro del Congresso- aveva detto- il mio compito è quello di proteggere i più vulnerabili, tra cui i nascituri e delle vittime di violenza sessuale. Capisco la carica emotiva dell’aborto in caso di stupro, ma credo profondamente nella tutela di ogni vita innocente”.

www.iljournal.it/2012/secondo-todd-akim-esiste-uno-stupro-legittimo/379948

www.washingtonpost.com/blogs/the-fix/wp/2012/08/19/todd-akin-gop-senate-candidate-legitimate-rape-rarely-causes-pregnancy/

 

 

 

Pregiudizi negli USA : contro i Mussulmani e sopratutto gli atei

La agenzia di sondaggi Gallup continua dare Obama in testa, sia pure di un esile 3-4%, sul rivale Ronney, e questa è una buona notizia, anche perchè quando si scandaglia cosa si muove nella pancia del popolo americano c'è da rimanre interdetti.

Sempre Gallup ha sondato per quale categoria gli elettori americani si rifiuterebbero di votare , ebbene alla domanda "se il tuo partito nominasse candidato  un persona generalmente considerate ben qualificata , lo voteresti se fosse...... "se più del 90 % non ha problemi a votare neri, donne, ispanici , ebrei , un pò meno Gay o Mormoni, solo il 58% un mussulmano e solo il 54% un ateo. Essere ateo negli USA è la categoria che suscita più pregiudizi

Nei simpatizzanti del Partito Repubblicano si scende addirittura sotto il 50%. Fortunatamente i giovani sembrano più aperti

www.gallup.com/poll/155285/Atheists-Muslims-Bias-Presidential-Candidates.aspx

 

L'antidarwinismo nella campagna elettorale USA

Un lungo articolo di Micromega che parte da un escursus su come gli ambienti del fondamentalismo cristiano USA da quasi un secolo combattono il Darwinismo contrapponendo il creazionismo e la teoria del disegno intelligente. Santorum è l' alfiere più convinto fra i candidati repubblicani, ma la notizia più stupefacente è che solo il 16% dei cittadini USA è convinto delle teoria di Darwin, il 38% crede nel disegno intelligente e ben il 40% nella pure e semplice creazione come raccontata nella bibbia

 

http://temi.repubblica.it/micromega-online/elezioni-usa-e-battaglia-tra-...

I repubblicani USA sempre più conservatori e bigotti

Il super martedì delle primarie del GOP per scegliere l' avversario di Obama non è stato decisivo e il commento di Rampini su Repubblica sottolinea come questo accelleri la deriva bigotta e reazionaria del partito repubblicano

 

La gara di resistenza di Santorum ha un effetto pernicioso sui repubblicani: continua a tenerli concentrati sui temi "valoriali" come l'aborto. E' rafforzando il proprio profilo di "candidato della religione", che Santorum continua ad attirare verso di sé la base più radicale del partito repubblicano, in particolare i cristiani evangelici (che lo votano più dei cattolici). Così facendo, Santorum costringe Romney a inseguirlo sul suo terreno, con dichiarazioni sempre più oltranziste. La gara per rassicurare i puri e duri della base repubblicana, allontana però tutti i candidati dall'opinione centrista. Spaventa le donne, che ormai per il 55% si dicono decise a rieleggere Obama. Anche in politica estera, la polarizzazione agevola Obama: tra i repubblicani è una corsa a chi si schiera con più decisione in favore di Israele, una gara a invocare interventi militari contro l'Iran e perfino in Siria: tutti temi che spaventano l'elettorato indipendente e moderato, stanco di guerre. Romney per la sua storia personale sarebbe portato ad assumere posizioni più pragmatiche e ragionevoli, ma non può farlo finché è incalzato dalle accuse di Santorum di non essere un "vero" conservatore.

http://www.repubblica.it/rubriche/diario-delle-primarie/2012/03/07/news/romney_vince_di_misura-31080978/?ref=HREC2-2

Gingrich e Ronney tra insulti gaffe e tasse ridotte

 

I due maggiori sfidanti per le primarie del GOP si sono scontrati a base di insulti , Gingrich  è stato costretto a palesare la sua immensa fortuna e gli sconti fiscali di cui si è avvantaggiato mentre Ronney non riuscendo a cavarsela su una domanda in tema di immigrazione si è inventato l' autodeportazione. Ma sembra che alla destra USA vada bene così

 http://blog.panorama.it/mondo/2012/01/24/elezioni-usa-2012-newt-gingrich-e-mitt-romney-duello-a-colpi-dinsulti-e-gaffe-in-attesa-della-florida/